MOTO=LIBERTÀ=LEGALITÀ – Mc San Martino

Venerdì 04 settembre 2020 alle ore 19:00, presso l’arena di Villa Carmine a Martina Franca si è svolto un incontro con i rappresentanti delle forze dell’ordine: capitano della compagnia Carabinieri, viceispettore del locale commissariato, comandante della Polizia Locale, Sindaco, assessore alla sicurezza e Polizia Locale, membri della Giunta che oltre a testimoniare la vicinanza alla figura del Sindaco Pescatore (Angelo Vassalllo) hanno aperto un momento di confronto sui temi della legalità e del rispetto delle regole.
Il presidente Costabile ha evidenziato come la nostra Federazione, essendo una federazione sportiva, promuove
stili di vita improntati al rispetto delle regole ed attraverso i club sul territorio svolge un importante ruolo di
sentinella e ostacolo ad usi della motocicletta fuori dalla legalità.

Photogallery

 

Angelo Vassallo (Pollica, 22 settembre 1953 Pollica, 5 settembre 2010) è stato un politico italiano. Sindaco del comune di Pollica, è stato ucciso in un attentato la cui sospetta matrice camorristica è tuttora oggetto di indagini da parte della magistratura

Soprannominato il “sindaco pescatore”, politicamente Vassallo si distingueva per un marcato ambientalismo. La sera del 5 settembre 2010, intorno alle 22:15, mentre rincasava alla guida della sua automobile, Vassallo è stato ucciso da uno o più attentatori allo stato ignoti; contro di lui sono stati esplosi nove proiettili calibro 9, sette dei quali a segno.

Benché allo stato attuale la matrice dell’attentato sia ignota, il pubblico ministero Alfredo Greco, incaricato delle indagini, ha avanzato l’ipotesi che esso sia stato commissionato dalla camorra al fine di punire un rappresentante dello Stato che si era opposto a pratiche illegali: un collegamento potrebbe risiedere nel fatto che Vassallo, soprannominato «il sindaco pescatore» per via della sua attività nel settore ittico e le sue azioni a tutela dell’ambiente, era visto dalla camorra come un ostacolo al controllo del porto che le garantirebbe libertà nei commerci illegali di droga.

Newsletter FMI

Iscriviti e rimani aggiornato...